ELbA
Da questo link Ŕ possibile accedere alla ricerca avanzata all'interno del sito
 
           
 
rss
home mappa e mail  
  come iscriversi * sicurezza e ambiente * fondartigianato  
CHI SIAMO
ASSOCIAZIONI ARTIGIANE E SINDACALI
I CONTRATTI DI LAVORO E GLI ACCORDI
COME VERSARE AD ELBA
PROVVIDENZE
MODULISTICA
EBA SUL TERRITORIO
calendario
Precedente Novembre 2014 Successivo
DLMMGVS
           
01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           
Sabato, 1 Novembre, 2014
Eventi
 
Scadenze
 
 
VERSAMENTO ELBA 2014

 

 

 

 QUOTE CATEGORIE PARTICOLARI:

 

EDILI - AUTOTRASPORTATORI - RLST ditte NON ARTIGIANE - FACL SOLO ARRETRATI - FLOROVIVAISTI

 

clicca qui PER CALCOLARE IL CONTRIBUTO E RICHIEDERE IL MODULO DI PAGAMENTO

 

 

MODALITÀ DI VERSAMENTO ANNO 2014

 

 

Il versamento del 2014, tramite modello F24, comprende:

  • € 10,42 per ogni dipendente in forza da versare mensilmente tramite modello F24. Per i lavoratori part-time fino a 20 ore la quota è ridotta del 50% (€ 5,21). Si considerano per intero gli assunti ed i cessati nel corso del mese solare.
  • € 0,42 per ogni dipendente in forza, € 0,21 per i dipendenti part-time fino a 20 ore, da pagare mensilmente all’INPS inserendo il codice M980 (10% contributo di solidarietà) nel modulo UNIEMENS INDIVIDUALE - UNIEMENS AGGREGATO - ex DM/10 di competenza del mese per il quale viene versata la quota di € 10,42.

 

SOLO per le imprese della Provincia di Como (le quote sotto riportate includono il Contributo Obbligatorio Provinciale):

  • € 10,84 per ogni dipendente in forza da versare mensilmente tramite modello F24. Per i lavoratori part-time fino a 20 ore la quota è ridotta a € 5,63. Si considerano per intero gli assunti ed i cessati nel corso del mese solare.
  • € 0,45 per ogni dipendente in forza, € 0,24 per i dipendenti part-time fino a 20 ore, da pagare mensilmente all’INPS inserendo il codice M980 (10% contributo di solidarietà) nel modulo UNIEMENS INDIVIDUALE - UNIEMENS AGGREGATO - ex DM/10 di competenza del mese per il quale viene versata la quota di € 10,84.

 

Il  versamento si effettua per tutte le tipologie di rapporto di lavoro con la sola eccezione dei lavoratori a chiamata che, nel mese di riferimento per i versamenti, non prestino la loro opera e per i quali non sia prevista l’indennità di disponibilità. Il versamento si effettua anche per i lavoratori in malattia, in maternità o in sospensione e comunque per tutti quelli dichiarati con il modello UNIEMENS (ex DM10).


Recupero di versamenti arretrati

Le mensilità arretrate si versano con il primo F24 utile specificando ogni mese recuperato su una singola riga.

  • Es: la ditta si iscrive il 3/3/2014, primo dipendente assunto 3/11/2013. Versa tramite F24 di marzo 2014 il mese di 3/2014 (pagato entro il 16/4/2014), recupera i mesi di 11/2013 + 12/2013 + 1/2014 + 2/2014 specificandoli su 4 righe differenti. Si ricorda che la base occupazionale per il calcolo è da intendersi quella relativa al mese che si sta recuperando.

 

Si specifica che qualora le ditte fossero associate alla FEDERPANIFICATORI non sono tenute ad effettuare il versamento ad ELBA.

 

Come compilare il modello F24 sezione INPS (Risoluzione n.70/E del 0/07/2010 Agenzia delle Entrate):

  1. nel campo “causale di contributo” indicare EBNA (NB: si ricorda che l’unico codice valido con il quale versare, sulla base degli accordi delle Parti Sociali, è EBNA e nessun’altro! Quindi NO EBPA, NO EBAR, etc..);
  2. nel campo “codice sede” indicare il codice della sede INPS competente;
  3. nel campo “matricola INPS/codice INPS/filiale azienda” indicare la matricola INPS dell’azienda;
  4. nel campo “peridodo di riferimento”, nella colonna “da mm/aaaa” sono indicati il mese e l’anno di competenza, nel formato MM/AAAA (la colonna “a mm/aaaa NON è da compilare);
  5. nel campo “importi a debito versati” inserire l’importo totale dovuto (€ 10,42 per in numero dei dipendenti);
  6. il campo “importi a credito compensati” NON è da compilare.

       

 

IMPORTANTE!

1) Facoltà di compensazione con crediti fiscali e contributivi delle imprese:

Con riferimento alla circolare n.437 del 11/04/2012, relativa all'oggetto, EBNA ci comunica che  a causa alcuni problemi insorti con l’INPS e l’Agenzia delle Entrate, si ritiene opportuno sospendere tali compensazioni.
 

2) Nei casi di erroneo versamento alla bilateralità, errato importo o duplicazione di versamento (unicamente effettuato tramite F24) le imprese devono seguire la procedura di rimborso indicata sul sito di EBNA (procedura su sito di EBNA clicca qui).

La richiesta di rimborso dovrà essere inviata ad ELBA Regionale tramite PEC all'indirizzo: amministrazione@pec.elba.lombardia.it .

Per la Lombardia, non è applicabile la facoltà di conguaglio, in quanto le quote versate in eccedenza non potranno essere accantonate per versamenti futuri.

Esempio - F24 di marzo 2014 versato due volte. La quota in eccedenza non potrà essere considerata a copertura di un mese futuro (ad esempio Aprile 2014), qualora invece mancasse un mese precedente (ad esempio gennaio 2014), a seguito di comunicazione da parte dell'azienda, si procederà alla regolarizzazione del mese scoperto.

 

3) Nei casi di erroneo versamento, effettuato tramite MAV, Bonifico o Freccia, la richiesta di rimborso dovrà essere inviata ad ELBA Regionale tramite PEC all'indirizzo amministrazione@pec.elba.lombardia.it e dovrà contenere la seguente documentazione:

  • richiesta su carta intestata della ditta comprensiva di codice IBAN;
  • copia versamento errato.

 

IMPRESE DEL SETTORE DEI FLOROVIVAISTI

Modalità e quote di versamento - aggiornato al 28 gennaio 2014

 

IMPRESE DEL SETTORE EDILE E AUTOTRASPORTO

Il versamento del 2014 deve essere effettuato entro il 31 marzo 2014.

Il  versamento si effettua per tutte le tipologie di rapporto di lavoro con la sola eccezione dei lavoratori a domicilio e dei lavoratori assunti per sostituzioni.

 

Anche quest'anno le ditte già iscritte ad ELBA riceveranno direttamente il MAV precompilato. L'importo indicato sul MAV per il versamento è stato calcolato sul numero dei dipendenti dichiarati dall'azienda e in forza al 31.12.2012. Se nel frattempo, al 31.12.2013, il numero dei dipendenti fosse variato è necessario procedere ad adeguare l'importo utilizzando il nostro portale per richiedere un nuovo modulo di versamento.

 

IMPRESE SETTORE EDILE

€ 14,50 per dipendente

Devono versare il contributo  le imprese fino a 15 dipendenti, esclusi gli apprendisti  (sono esclusi solo dal conteggio, non dal pagamento). Esempio: impresa con 18 dipendenti, di cui 4 apprendisti. Conteggio:18-4=14. L’impresa è tenuta a versare per tutti i 18 dipendenti.

Non devono versare il contributo le imprese oltre i 15 dipendenti, esclusi gli apprendisti. Esempio: impresa con 18 dipendenti, di cui 2 apprendisti. Conteggio: 18-2=16. L’impresa non è tenuta a versare.

Non devono versare il contributo le imprese artigiane edili iscritte alle Casse Edili di Varese, di Como, di Lecco e Edilcassa di Bergamo, che hanno sottoscritto accordi territoriali.

 

IMPRESE SETTORE AUTRASPORTO

€ 31,50 per dipendente. Con tale versamento si ottempera a quanto previsto in materia dall’art. 52 del T.U. del D.lgs. 81/2008 e successivi.

oppure € 20,50 per dipendente per le imprese nelle quali i lavoratori hanno eletto/designato un dipendente come rappresentante aziendale dei lavoratori per la sicurezza, così come previsto dall’art. 47 commi 3 - 4 e 8 del d.lgs.81/08, e abbia ricevuto la prevista formazione.

oppure € 21,25 per dipendente per le imprese con oltre 15 dipendenti (per il conteggio dei dipendenti vedi sezione edili) che versano solo la quota rappresentanza territoriale per la sicurezza dei lavoratori e la rappresentanza imprese.

NB: EBILOG non è un Ente facente parte della Bilateralità Artigiana.


linea di separazione
Data ultimo aggiornamento: 17/07/2014



ELbA Viale Vittorio Veneto 16/a - 20124 MILANO - Tel. (02) 29400754 - Fax (02) 29402684 - info@elba.lombardia.it
info@elba.lombardia.it