ELbA
Da questo link  possibile accedere alla ricerca avanzata all'interno del sito
 
           
 
rss
home mappa e mail  
  come iscriversi * sicurezza e ambiente * fondartigianato  
CHI SIAMO
ASSOCIAZIONI ARTIGIANE E SINDACALI
I CONTRATTI DI LAVORO E GLI ACCORDI
COME VERSARE AD ELBA
PROVVIDENZE
MODULISTICA
EBA SUL TERRITORIO
calendario
Precedente Ottobre 2017 Successivo
DLMMGVS
01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
Sabato, 25 Novembre, 2017
Eventi
 
Scadenze
 
 
ISCRIVERSI A ELBA

 

clicca qui per scaricare il Modulo di Iscrizione

 

 REQUISITI PER L’ISCRIZIONE AD ELBA 

Tutte le imprese artigiane e non artigiane, iscritte all'Albo delle Imprese Artigiane o che applicano i CCNL dell’artigianato, ad esclusione dell'edilizia (per le quali è prevista un’apposita modulistica scaricabile dal portale di ELBA), sono tenute ad iscriversi al Fondo e ad effettuare i versamenti previsti dagli accordi interconfederali e dai contratti collettivi di lavoro, indipendentemente dai limiti dimensionali delle stesse.

 

 DECORRENZA E CESSAZIONE DELL’ ISCRIZIONE 

L'obbligo di iscrizione decorre:

a)   dalla data di assunzione del primo dipendente;

b)   dalla data in cui l'impresa con dipendenti, in precedenza non artigiana, risulta annotata all'Albo delle Imprese Artigiane;

c)   dalla data in cui risulta annotata all'Albo delle Imprese Artigiane l'impresa artigiana trasferita in Lombardia.

L'iscrizione al Fondo cessa:

a)  con lo scioglimento, la liquidazione o comunque la cessazione per qualsiasi causa del Fondo;

b)  con la cessazione, per qualsiasi causa, dell'impresa iscritta;

 

Le imprese devono comunicare tempestivamente all'ELBA, in via telematica o direttamente all'EBA competente per territorio, l'avvenuta cessazione dell'iscrizione.In caso di cessazione dell'iscrizione gli iscritti non avranno diritto ad alcun rimborso per contributi versati, fermo restando il mantenimento delle obbligazioni pregresse derivanti dall’iscrizione al Fondo.

 

 PROCEDURA DI ISCRIZIONE 

  • Per tutte le prime assunzioni avvenute dal 1° gennaio 2017

Entro l’anno nel quale decorre l’obbligo di iscrizione le imprese devono presentare il modulo di iscrizione (sotto forma di autocertificazione) all’EBA competente per territorio, anche in via telematica all’indirizzo di PEC-Posta Elettronica Certificata di EBA (solo se la ditta utilizza a sua volta un indirizzo PEC), allegando copia del versamento che deve essere effettuato mensilmente tramite modello F24, recuperando i mesi eventualmente non versati.

Es: dipendente assunto il 1/4/2017, la ditta si iscrive a settembre 2017 versando tramite F24 di agosto (pagato entro il 16/9/2017) i mesi da aprile ad agosto (vedere sezione ‘Recupero versamenti arretrati’).

 

  • Per aziende di vecchia costituzione mai iscritte ad Elba che non hanno mai riconosciuto contrattualmente ai propri dipendenti quanto previsto dagli Accordi Regionali Nazionali

Tali imprese devono versare tramite il modello F24 (vedere ‘Modalità di versamento’) i mesi dovuti, recuperando da gennaio 2015.

Es: ditta che aderisce ad ELBA da giugno 2017. Deve versare tramite F24 di giugno 2017 (pagato entro il 16/7/2017) i mesi:

da 1/2015 a 12/2015 + da 1/2016 a 12/2016 + da 1/2017 a 6/2017. (vedere sezione ‘Recupero versamenti arretrati’)

 

Dopo aver effettuato il primo versamento l’impresa deve presentare il modulo di iscrizione (sotto forma di autocertificazione) all’EBA competente per territorio,anche in via telematica all’indirizzo di PEC-Posta Elettronica Certificata di EBA (solo se la ditta utilizza a sua volta un indirizzo PEC) allegando copia del pagamento.

 

 MODALITA' DI VERSAMENTO 

 

VERSAMENTO EBNA-FSBA: imprese NON soggette a trattamenti di integrazione salariale

Il versamento del 2017, tramite modello F24, comprende:

  • € 7,65 per ogni dipendente in forza
  • quota variabile pari allo 0,45% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali a carico dell'azienda per FSBA
  • quota variabile pari allo 0,15% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali a carico del lavoratore

€ 0,23 per ogni dipendente in forza da pagare mensilmente all’INPS inserendo il codice M980 (10%contributo di solidarietà) nel modulo UNIEMENS INDIVIDUALE - UNIEMENS AGGREGATO - ex DM/10 di competenza del mese per il quale viene versata la quota di € 7,65.

La “retribuzione imponibile previdenziale” sulla quale calcolare le quote variabili della contribuzione destinata a FSBA è determinata in applicazione delle disposizioni generali di legge. La retribuzione imponibile utile al calcolo, pertanto, include anche le mensilità aggiuntive contrattualmente previste.

In assenza di retribuzione imponibile previdenziale nel mese (es. maternità; infortunio ecc.), resta comunque dovuta la quota fissa della contribuzione.

 

VERSAMENTO EBNA: imprese soggette a trattamenti di integrazione salariale

Le imprese per le quali trovano applicazione i trattamenti di integrazione salariale previsti dal Titolo I del D.Lgs 148/2015 (es. imprese industriali soggette a Cigo e/o Cigs, imprese artigiane dell'indotto con più di 15 dipendenti soggette a Cigs, etc..) proseguiranno a versare € 125 annui in ragione dell'applicazione dei contratti nazionali di lavoro e delle prestazioni loro erogate.

Il versamento del 2017, tramite modello F24, comprende:

  • € 10,42 per ogni dipendente in forza
  • € 0,50 per ogni dipendente in forza da pagare mensilmente all’INPS inserendo il codice M980 (10% contributo di solidarietà) nel modulo UNIEMENS INDIVIDUALE - UNIEMENS AGGREGATO - ex DM/10 di competenza del mese per il quale viene versata la quota di € 10,42.

 

LAVORATORI SOGGETTI ALLA CONTRIBUZIONE

La contribuzione a EBNA-FSBA è dovuta per tutti i lavoratori dipendenti, sia a tempo determinato che a tempo indeterminato, indipendentemente dalla tipologia contrattuale.Anche in caso di assunzione e cessazione in corso di mese, la contribuzione a EBNA resta interamente dovuta.

Per le categorie:

  • part-time e apprendisti, la quota fissa è sempre dovuta in misura intera (7,65 euro mensili)
  • lavoratori a domicilio e i dirigenti, la contribuzione non è dovuta
  • lavoratori a chiamata, la quota fissa della contribuzione (7,65 euro mensili), in presenza di attività lavorativa, è sempre dovuta in misura intera; mentre, in assenza di attività lavorativa (a seguito di chiamata) e di indennità di disponibilità, non è dovuta
  • lavoratori CCNL Edilizia, sono esclusi

La quota variabile della contribuzione risulta automaticamente riproporzionata in base all'imponibile previdenziale del mese.

 

 RECUPERO DI VERSAMENTI ARRETRATI (gennaio 2015/dicembre 2016) 

 

Le mensilità arretrate si versano con il primo F24 utile specificando ogni mese recuperato su singole righe.

Esempio: la ditta si iscrive il 3/3/2017, primo dipendente assunto 3/11/2016.

Versa tramite F24 di marzo 2017 il mese di 3/2017 (pagato entro il 16/4/2017), recupera i mesi di 11/2016 + 12/2016 + 1/2017 + 2/2017 specificandoli su 4 righe differenti. Si ricorda che la base occupazionale per il calcolo è da intendersi quella relativa al mese che si sta recuperando.

 

ll versamento arretrato (1/2015-12/2016) deve essere effettuato con le seguenti quote e modalità:

     ANNO 2015   -  da gennaio a dicembre 2015

    sono escluse dal versamento le aziende che applicano i CCNL dell’edilizia e dell’autotrasporto.

  • euro 10,42 per ogni dipendente in forza da versare mensilmente tramite modello F24. Per i lavoratori part-time fino a 20 ore la quota è ridotta del 50% (euro 5,21). Si considerano per intero gli assunti ed i cessati nel corso del mese solare
  • euro 0,42 per ogni dipendente in forza, euro 0,21 per i dipendenti part-time fino a 20 ore, da pagare mensilmente all’INPS inserendo il codice M980 (10% contributo di solidarietà) nel modulo UNIEMENS INDIVIDUALE - UNIEMENS AGGREGATO - ex DM/10 di competenza del mese per il quale viene versata la quota di euro 10,42

SOLO per le imprese della Provincia di Como (le quote sotto riportate includono il Contributo Obbligatorio Provinciale):

  • euro 10,84 per ogni dipendente in forza da versare mensilmente tramite modello F24. Per i lavoratori part-time fino a 20 ore la quota è ridotta a euro 5,63. Si considerano per intero gli assunti ed i cessati nel corso del mese solare
  • euro 0,45 per ogni dipendente in forza, euro 0,24 per i dipendenti part-time fino a 20 ore, da pagare mensilmente all’INPS inserendo il codice M980 (10% contributo di solidarietà) nel modulo UNIEMENS INDIVIDUALE - UNIEMENS AGGREGATO - ex DM/10 di competenza del mese per il quale viene versata la quota di euro 10,84.

 

     ANNO 2016   - da gennaio a dicembre 2016 – sono escluse dal versamento solo le aziende che applicano i CCNL dell’edilizia. Il versamento è dovuto per tutti i lavoratori dipendenti (vedi capitolo “Lavoratori soggetti alla contribuzione”).

Il versamento del 2016, tramite modello F24, comprende:

  • € 7,65 per ogni dipendente in forza
  • quota variabile pari allo 0,45% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali a carico dell'azienda per FSBA
  • A PARTIRE DA LUGLIO 2016 quota variabile pari allo 0,15% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali a carico del lavoratore

€ 0,23 per ogni dipendente in forza da pagare mensilmente all’INPS inserendo il codice M980 (10%contributo di solidarietà) nel modulo UNIEMENS INDIVIDUALE - UNIEMENS AGGREGATO - ex DM/10 di competenza del mese per il quale viene versata la quota di € 7,65.

SOLO per le imprese della provincia di Como, ad esclusione del settore dell’autotrasporto (le quote sotto riportate includono il Contributo Obbligatorio Provinciale):

  • € 8,07 per ogni dipendente in forza
  • quota variabile pari allo 0,45% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali a carico dell'azienda per FSBA
  • A PARTIRE DA LUGLIO 2016 quota variabile pari allo 0,15% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali a carico del lavoratore

€ 0,26 per ogni dipendente in forza, da pagare mensilmente all’INPS inserendo il codice M980 (10%contributo di solidarietà) nel modulo UNIEMENS INDIVIDUALE - UNIEMENS AGGREGATO - ex DM/10 di competenza del mese per il quale viene versata la quota di € 8,07.

 

 Aziende di vecchia costituzione mai iscritte ad ELBA che intendono beneficiare delle provvidenze 

Le aziende, ai due mesi precedenti la data evento di ogni singola prestazione, devono essere regolari con i versamenti mensili dovuti tramite modello F24, a partire da gennaio 2015.

SOLO per le aziende che applicano il CCNL AUTOTRASPORTO la regolarità contributiva sarà verificata dal 1° gennaio 2016 fino al giorno prima della maturazione dell’evento. Si fa presente, inoltre, che la prestazione potrà essere richiesta solo nel caso in cui la ditta abbia regolarizzato tutto il pregresso entro il giorno prima della data di assunzione del dipendente

 

 Specifica per aziende di vecchia costituzione, mai iscritte ad ELBA, che hanno riconosciuto contrattualmente ai propri dipendenti quanto previsto dagli Accordi Regionali e Nazionali 

Nel caso in cui l’azienda avesse ottemperato agli obblighi contrattuali riconoscendo 25 euro mensili (Verbale Comitato Esecutivo del 12/5/2010 – EBNA) e intendesse iscriversi a ELBA, deve versare il contributo mensile EBNA tramite F24 a partire dal 1° gennaio 2016 e, dallo stesso mese, non dovrà più riconoscere la quota di euro 25 ai propri dipendenti.

A tale proposito si richiedono copie del LUL (libro unico lavoratori) e UNIEMENS dei mesi di riferimento per i quali la ditta ha riconosciuto i 25 euro ai lavoratori.

L’azienda accede alle prestazioni ELBA se, ai due mesi precedenti la data evento, ha versato tutti gli F24 dal mese successivo all’ultimo versamento in busta paga dei 25 euro.

 

 

Ai sensi del punto 1) - Campo di applicazione dell’Accordo Interconfederale del 10 dicembre 2015, come integrato dalla nota di accompagnamento sottoscritta in data 11 gennaio 2016, e per il Decreto Interministeriale del 29 aprile 2016, che contempla il suddetto accordo, le imprese con più o meno di 5 dipendenti che attualmente versano, in riferimento ai contratti collettivi in essere 25 euro mensili ai lavoratori in sostituzione della prevista contribuzione ad EBNA, devono versare dal 01/01/2016 il contributo unitario composto da quota fissa pari ad euro 7.65 e quota variabile a carico dell’azienda pari allo 0.45% dell’imponibile previdenziale e dal 1° di luglio lo 0.15% dell’imponibile previdenziale a carico del lavoratore, salvo la possibilità di richiedere la restituzione delle quote non dovute per la presenza in azienda del rappresentante sindacale ovvero del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza  nei luoghi di lavoro.

 




ELbA Viale Vittorio Veneto 16/a - 20124 MILANO - Tel. (02) 29400754 - Fax (02) 29402684 - info@elba.lombardia.it
|   Privacy policy   |   Cookie policy
info@elba.lombardia.it